[wpml_language_selector] |

26
Giu

“Rèsce la lune” vince il premio “Sorella Aqua” come miglior corto. Il miglior “cortino” è per “Color of water” di Sabin Maharjan

Portoferraio (Livorno), 26 giugno – Il cortometraggio “Rèsce la lune” (Italia, 2016, 8’07’, fiction e documentario) di Giulia Di Battista e Gloria Kurnik vince il premio “Sorella Aqua” come miglior corto della seconda edizione di Aqua Film Festival ideato e diretto da Eleonora Vallone e che si è tenuto dal 22 al 25 giugno a Portoferraio (Livorno) all’Isola d’Elba.

Il premio (di 1000 euro) è stato assegnato dalla giuria presieduta da la regista Cinzia TH Torrini e composta da Enrico Magrelli, critico cinematografico, la regista Antonietta De Lillo, gli attori Sebastiano SommaFilippo Schicchitano e Sara Serraiocco e Simonetta Grechi di Legambiente.

Il corto vincitore, tra fiction e documentario, racconta la vita di Vittoria che lavora e crea “reti da pesca” sin da piccola, un antico mestiere che diventa, nel film, la metafora della vita. Si aggiudica il primo premio “perché convinta – si legge nella motivazione della giuria – che il buon cinema sia il correlarsi sinergico di tematiche universali, particolarità delle storie narrate e utilizzo sapiente del linguaggio cinematografico. Per la giuria ‘Resce la lune’ ha in sé tutti questi elementi”.

La giuria ha assegnato – come da regolamento – anche il premio (di 500 euro) “Sorella Aqua” come “Miglior Cortino” a “Color of Water” di Sabin Maharjan (Nepal, 2016, 3’10”, fiction). “Lo sguardo – si legge nella motivazione della giuria – di un bambino ci racconta la sua realtà, ovvero una condizione di arretratezza per cui l’acqua, per noi simbolo di purezza e trasparenza, è nera. Prefigurando forse il nostro possibile futuro”.

Entrambi i premi sono stati assegnati al main sponsor Acqua dell’Elba.

Inoltre, il festival, ha assegnato alcune menzioni speciali: “Acqua dolce” a Canale Cavour 150: un sogno d’Italia di Matteo Bellizzi; “Acqua Mare” a Colapesce di V. di Prima; “Acqua & Ambiente” a Swimming in the desert di Alvaro Ron (Usa). Il corto “Rèsce la lune” si aggiudica anche la menzione “Aqua film Ancim” per la miglior sceneggiatura. La menzione speciale Aqua film degli studenti dell’Università di Tor Vergata è andata al corto Braquage Sérénade di Guillaume De Ginestel (Francia). Tra i premi anche la menzione  “Aqua Film ComingSoon.it” per la miglior regia andata al regista fiorentino Ducci Ricciardelli con il cortometraggio La notte lava la mente “per aver saputo raccontare con uno sguardo personale luoghi, oggetti e persone al di là della narrazione tradizionale, con un punto di vista originale e una costruzione dell’immagine non solo formale ma fortemente evocativa”.

Il festival si è articolato in due concorsi internazionali per cortometraggi: uno per corti fino a 25 minuti e uno per cortini fino a 3 minuti, ispirati alla tematica dell’acqua. I cortometraggi sono stati selezionate tra le 150 provenienti da 30 paesi nel mondo e da tutti e 5 i continenti tra cui 80 dall’Europa (Spagna, Francia, Germania, Portogallo, Inghilterra, Svezia, Ucraina, Bosnia Erzegovina, Russia).

Palmares 2/a edizione di Aqua Film Festival 2017

Premio Sorella Aqua Miglior Corto
“Rèsce la lune” (Italia, 2016, 8’07’, fiction e documentario) di Giulia Di Battista e Gloria Kurnik
Convinta che il buon cinema sia il correlarsi sinergico di tematiche universali, particolarità delle storie narrate e utilizzo sapiente del linguaggio cinematografico. Per la giuria ‘Resce la lune’ ha in sé tutti questi elementi.

Premio “Sorella Aqua” Miglior Cortino
“Color of water” di Sabin Maharjan (Nepal)
Lo sguardo di un bambino ci racconta la sua realtà, ovvero una condizione di arretratezza per cui l’acqua, per noi simbolo di purezza e trasparenza, è nera. Prefigurando forse il nostro possibile futuro.

Premio Miglior Sceneggiatura
“Rèsce la lune” (Italia, 2016, 8’07’, fiction e documentario) di Giulia Di Battista e Gloria Kurnik
Grazie all’adozione di un punto di vista non banale, la regista ci racconta una storia al femminile dove l’intreccio “delle reti” intessute dalla protagonista simboleggiano le reti in cui le donne in quegli anni si sono spesso trovate impigliate. L’Acqua, solo evocata è elemento di liberazione e insieme di scioglimento di una trama toccante, eppure pudicamente semplice.

Menzione speciale “Acqua Dolce” 

Canale Cavour 150: un sogno d’Italia di Matteo Bellizzi (Italia)
Un documento che ci fa conoscere una grande opera di ingegno umano che, in antitesi con il sentimento attuale, ci ricorda che il passato ha pensato al nostro futuro.

Menzione Speciale “Acqua Mare”
Colapesce di Vladimir Di Prima (Italia)
Il mare protagonista: di storie e racconti emblematici. Il mare, quasi un altrove democratico, annulla le differenze. Se la terra giudica, il mare accoglie.

Menzione Speciale “Acqua & ambiente”
Swimming in the desert di Alvaro Ron (USA)
La consapevolezza e la caparbietà di una bambina ricorda all’adulto che l’azione del singolo deve e può incidere e coinvolgere sul futuro di tutti. La struttura drammaturgica compiuta e ben sviluppata pone al centro il punto di vista di una bambina senza indulgere per nulla sul suo handicap.

Menzione speciale Aqua Film Studenti Università di Tor Vergata
Braquage Sérénade di Guillaume de Ginestel (Francia / 2016)
Una sceneggiatura ben scritta, che ha coinvolto tutti sin dalle prime sequenze, poi come il regista ha saputo intrattenere lo spettatore, sequenza dopo sequenza, attraverso pochi elementi, tra cui proprio l’acqua, il mare, unico personaggio stabile e sereno nell’intera vicenda che vede protagonisti un criminale, il suo braccio destro e la giovane ragazza rapita. Il mare è il confine tra una nuova vita, un turning point per i protagonisti, oppure la fine e la morte di questi ultimi. Il mare è il posto dove riflettere sui propri sentimenti, decidere di cambiare qualcosa, o dove finire letteralmente tutto. Per tutti questi motivi Guillaume De Ginestel cogliendo con ironia questo spirito profondo, si è aggiudicato il nostro voto.

Menzione speciale Aqua Film ComingSoon.it per la miglior regia
La notte lava la mente di Duccio Ricciardelli (italia)
Per aver saputo raccontare con uno sguardo personale luoghi, oggetti e persone al di là della narrazione tradizionale, con un punto di vista originale e una costruzione dell’immagine non solo formale ma fortemente evocativa.

Menzione speciale “Aqua Film Ancim” (miglior sceneggiatura):
“Rèsce la lune”
 (Italia, 2016, 8’07’, fiction e documentario) di Giulia Di Battista e Gloria Kurnik


Aqua Film Festival è realizzato da:
Associazione di volontariato Universi Aqua

Main sponsor di Aqua Film Festival
Acqua dell’Elba

Sponsor amico di Aqua Film Festival:
Ren Factory, BluNavy

Sponsor tecnici Aqua Film Festival:
Centro Sperimentale di Cinematografia, Locman, Michelangelo Gioielli, Caffè Corsini

Aqua Film Festival è patrocinato da:
Unesco, WWAP Risorse Idriche Mondiali, Ministero Ambiente, Fondazione Principe Alberto II di Monaco, Associazione Italiana della Fondation Prince Albert II de Monaco onlus e Consolato del Principato di Monaco a Firenze, Comitato Olimpico Italiano, Federazione Italiana Pesca Sportiva Attività Subacquee, Lega Ambiente e l’Ambasciata Svizzera in Italia

Partner Aqua Film Festival:
Ancim Associazione Nazionale Comuni Isole Minori, Comune di Portoferraio

Technical partner Aqua Film Festival:
Visit Elba, Associazione degli Albergatori dell’Isola d’Elba, Aquaniene, Artemare

Media partner di Aqua Film Festival:
Coming Soon, Radio Monte Carlo, FreeTime Magazine, Italia a tavola


Clicca qui per scaricare il Comunicato Stampa in formato PDF

 

Per informazioni: www.aquafilmfestival.org; aff@aquafilmfestival.org


Ufficio stampa Lo Scrittoio:
Via Crema 32, 20135 – Milano – Tel. + 39 02 78622290; Antonio Pirozzi +39 339 5238132 ufficiostampa@scrittoio.netpressoffice@scrittoio.net;